ll racconto di Paolo | Youth Exchange "Putting Good Health on the Menue" a Pelion, Grecia - dal 20 al 27 febbraio 2017

Il Paradiso e la tavola: Pelion e l’alimentazione
Quando si parla di Grecia si potrebbe indugiare in migliaia di sfaccettature: dalla nota ospitalità alla cucina, dal mare alle calette isolate dopo fare un bagno e sentirsi tutt’uno con la natura. Queste sensazioni non sono mancate neanche a me che, il 20 febbraio ho preso quell’aereo da Roma destinazione Atene. Una città che respira, viva, con un passato il cui unico paragone è Roma.
Tutto là: la storia della democrazia, la culla dell’Occidente. Da là un viaggio in treno e in pullman apparentemente infiniti per le strade del nord della Grecia fino alla Tessaglia. Dopo due giorni di viaggio eccoci a Platanias, un’idillica località sul mare con le montagne alle spalle. Era bello svegliarsi e indugiare sulla spiaggia, o fare un bagno con 10 gradi e sentirsi parte di quell’eterno movimento delle onde. Ma basta con la poesia, parliamo del progetto. Il tema era l’alimentazione.
Abbiamo analizzato alcuni aspetti della dieta di ogni Paese partecipante, da quella danese a quella greca, da quella portoghese a quella rumena e slovacca. Questo ci ha permesso di cogliere di ognuna gli aspetti più salutari e quelli meno.
Arrivati alla sera del secondo giorno, ecco la serata di Carnevale. Travestirsi, ballare e diversi con ragazzi e ragazze di diversi Paesi è stato indimenticabile. Per non parlare delle passeggiate in piena notte sulla spiaggia ad ammirare il cielo stellato. Non ci sono parole per descrivere quelle sensazioni che ancora bruciano nel mio petto. Le attività sulla spieggia, i workshops e il lavoro di gruppo con la preparazione di uno spuntino salutare mi hanno insegnato che “Siamo quel che mangiamo”. Spesso si confondono le componenti alimentari necessarie nella nostra dieta. Quante proteine assumere, quanti grassi, quanti carboidrati.
Questo progetto mi ha insegnato l’importanza di avere un equilibrio, di bilanciare tra le varie componenti e di prestare attenzione a quello che ingurgitiamo. Inoltre il contatto con la natura, attraverso la raccolta di piante per farne tisane o le gite per i Paesi della regione di Pelion mi hanno insegnato molto. Eccola là, la serenità. La ricetta? Prendete una manciata di danesi giocherelloni, un paio di portoghesi simpaticissimi e passionali e un italiano in cerca di se stesso. Uniteci sole, montagne mozzafiato e paesaggi idillici e un cappuccino freddo e avrete quello che cercate: il Paradiso. 


Archivio news

Visite al sito